Maria Pia Culicchia ha una formazione musicale e musicoterapica. È presidente del Centro Studi e Ricerche Thelo, nato a Marsala nel 2010 dal desiderio fattivo insito nel significato stesso del nome: Thelo come volere, come avere in mente di fare, come avere il piacere di creare, operare, amare. Musicoterapista attiva sul territorio, è impegnata nel sostegno delle varie realtà che possono trarre beneficio dalla terapia musicale, con l’intento  specifico di dare vita a sinergie orientate a conseguire obiettivi nell’interesse di persone, enti, associazioni e istituzioni. La povertà musicale in cui viviamo  indica la povertà relazionale sociale, pertanto l'artista utilizza ogni "tratto" dei suoi lavori evidenziando attimi di realtà che superano i mascheramenti e rivelano le essenze spazzando il superfluo ed avendo quale obiettivo il nucleo delle cose , e... il nucleo delle cose sono i suoni, i colori, le forme sinestesiche energetiche e la loro armonizzazione.

Presidente per la Regione Sicilia dell' A.N.S.I. (Associazione Nazionale Scuola Italiana  MIUR )
Presidente del CAD SOCIALE per la provincia di Trapani.


ART  INNSBRUCK
25-28 JANUARY 2018

EDITION 22 INTERNATIONAL FAIR FOR CONTEMPORARY ART INNSBRUCK


con Giuliana Papadia e Monia Malinpensa


E' una realtà pittorica, quella dell'artista Maria Pia Culicchia, di notevole capacità espressiva che sconfina nel sogno all'insegna di un'immaginazione ricca di spirito d'osservazione e di sensibilità del suo animo. La tecnica mista su tela, pienamente descritta, dialoga con la materia in un processo creativo unico in cui si fondono significati intensi fortemente interiorizzati che stimolano di continuo l'interesse del''osservatore.

Monia Malinpensa   Galleria La Telaccia Torino






MARIA PIA CULICCHIA : LA POESIA VISIVA  DELL’ARTE

 Maria Pia Culicchia è un’Artista che ama dipingere in grande. Dipinge in molti strati e crea la sua arte attraverso un processo interessante in cui le sue immagini emergono mentre realizza.Lavora con tecnica mista - pittura acrilica, inchiostro, olio, tessuti, carta,  sassi , sabbie... tutto ciò che le crea emozione.Il suo lavoro è molto ricco , e i molti livelli aggiungono profondità e consistenza all’opera d’arte.Non ci sono limiti, niente è sbagliato e non ci sono errori. I quadri di Maria Pia si evolvono mentre dipinge.È la sua voce interiore, la sua essenza interiore  che la guida. Con i livelli sulla tela crea spessore , trama e dettagli. Essere creativi le permette di esplorare se stessa, di lasciarsi andare.Quando avvia una tela bianca e come se scrivesse parole e poesie che le vengono in mente. Questi livelli e parole la ispirano attraverso il processo di creazione. Aggiunge ogni strato in base alla sensazione in quel momento.Sembra seguire un detto di Jackson Brown: "Non aspettare l'ispirazione: ti troverà"
L’arte di Maria Pia Culicchia appare a volte molto tranquilla, altre ,colorata e piena di energia, trovando  così la connessione con il suo sé spirituale, cercando e trovando risposte. La voglia di espandersi ed esplorare: amore, creatività e spiritualità.
Nel  suo studio ha laboratori settimanali per bambini e adulti, laboratori di team building per aziende, laboratori per famiglie.
Convinta che tutti noi abbiamo un pozzo di creatività e ispirazione chiuso dentro. Abbiamo solo bisogno di trovare una chiave per aprirlo e incoraggiare il flusso a scorrere senza ostacoli. Con la sua  arte e i suoi workshop,  esplora la creatività, la spiritualità e la vita in generale. Vedo i suoi dipinti come musica o poesia. Non c'è una narrativa chiara nei dipinti, sono esperienze visive da provare a livello emotivo. Usare un linguaggio astratto nella creazione è un atto sia personale che universale, c'è una sensibilità primitiva coinvolta nella creazione della sua: tristezza felicità gioia frivolezza o dolore. O forse umanità.Credo che il  suo linguaggio visivo abbia un potere potente: ha il potere di sollevare, comunicare e trasformare.Il suo recente lavoro si è ispirato all'oceano, alla natura e al mondo naturale. Cerca di creare immagini che abbiano una sensazione di luce e spazioLo spettatore è invitato a trovare e interpretare i propri simboli nel campo visivo , in un immaginario mondo fluttuante di nubi, mari , luci riflesse, elementi di paesaggio, fiori spettinati dal vento ,notturni, scorci, spazi nascosti, cose vedute indefinite e suggerite ….  L'immagine viene lavorata e rielaborata fino a quando l'immagine non viene "trovata". Solo quando raggiunge un equilibrio musicale e un'integrazione, il dipinto è finito.Mi piace pensare ai quadri di Maria Pia Culicchia come a "poesie visive".

 Maria Grazia Todaro  Art Director QueeenArtStudio Gallery Aprile 2018










 BIENNALE DEL TIRRENO  Edizione 2018

Esposizione Internazionale d’Arte Contemporanea.
1-24 Giugno 2018
Complesso Monumentale di San Giovanni Battista, Corso Umberto I
Cava de’ Tirreni (SA)



Primo Premio Internazionale Arte Palermo
 luglio 2018
Teatro Biondo


Animus Et Anima       


NAPOLI Complesso “San Severo al Pendino”  via Duomo dal lunedì al sabato 9-19 23 febbraio 06 marzo 2019 ENTI PROMOTORI: Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli Con il Patrocinio Morale di Regione Basilicata Comune di Matera Fondazione Matera 2019 C. G. Jung, psicoanalista ed antropologo, afferma che: “ Ogni uomo ha in sé una donna e che ogni donna ha in sé un uomo.” Così come ogni sentimento contiene il suo opposto, l’odio convive con l’amore, la sottomissione con la prevaricazione, il conscio con l’inconscio, la dualità vale anche in ordine ai due generi biologici, il maschile ed il femminile. Si definisce perciò ANIMA quell’energia femminile presente nella psiche dell’uomo ed ANIMUS quell’energia maschile presente nella psiche della donna. Animus e Anima sono i due archetipi che ci danno forse meglio di altri una visione di quanto l’essere possa essere duale. Presenti nell’immaginario collettivo da sempre e metaforizzati nei sogni e nell’arte, l’Anima porta alla coscienza il principio di EROS, o amore, cioè stimola l’unione, l’Animus porta alla coscienza il principio del LOGOS, o ragione, cioè accentua la distinzione. L’Anima significa legame, unione, protezione, affettività, cura, mantenimento, mentre l’Animus, specularmente, significa riflessività, controllo, analisi, ponderazione, razionalità, calcolo, decisione, programmazione, distinzione.

Solo la perfetta integrazione di entrambe queste due forze, maschile e femminile, abbracciando e mantenendo le due energie, porterà l’individuo all’armonizzazione del proprio essere, così come una candela è l’insieme di luce e ombre.
  
48 opere di artisti dalle diverse provenienze geografiche: una molteplicità di esempi di arte contemporanea accomunate dall’interpretazione del dualismo, dalla ricerca del maschile e del femminile. Il testo critico è curato dalla dott.ssa Maria Rosaria Di Virgilio




PREMIO  PUBBLICATO CONCORSO FOTO :
BUDAPEST   "GOCCE SOSPESE".




Mostra D'Arte Contemporanea Casa Cava Matera Capitale Dell'Arte 2019